NEWS

Data Protection Day, l’Ue: “Regole rigide anche per 5G, IA e IoT”

28 Gennaio 2020
In occasione della giornata europea sulla protezione dei dati, Věra Jourová, vicepresidente della Commissione Ue, e Didier Reynders, commissario alla giustizia, indicano l’approccio che l’Ue intende adottare sulla regolamentazione dei dati dei cittadini e delle imprese europee con il lancio del 5G e l’adozione dell’IA e IoT. Perché si celebra il... [continua]

Avviato procedimento di inottemperanza per Facebook.

24 Gennaio 2020
Nella riunione del 21 gennaio 2020, l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha avviato un procedimento di inottemperanza nei confronti di Facebook per non aver attuato quanto prescritto nel proprio provvedimento del 29 novembre 2018. Con tale decisione l’Autorità aveva accertato la scorrettezza della pratica commerciale di... [continua]

Nazioni unite: al via la “Decade of action” per l’attuazione dell’Agenda 2030

23 Gennaio 2020
Revisione degli impegni nazionali, strategie comunicative efficienti, quadri di finanziamento efficaci. Questi alcuni degli strumenti per accelerare il raggiungimento degli SDGs. “Gli Obiettivi di sviluppo sostenibile hanno, a tutt’oggi, una risonanza globale. A soli 10 anni dalla scadenza del 2030, è in atto un ambizioso sforzo per... [continua]

Sospesi i siti sharazon.it, smart-shopping.it e gemshop.it per vendita on line con modalità buy and share. Sospeso anche il sito teknoacquisti.com per mancata consegna dei prodotti acquistati.

23 Gennaio 2020
L’Autorità in data 14 gennaio 2020 ha adottato tre provvedimenti cautelari nei confronti dell’impresa individuale Sharazon di Carmela Vernaleone (sito: sharazon.it), della società Smart Shopping S.r.l.s. (sito: smart-shopping.it) e della società New Assistent Global S.r.l. (sito: gemshop.it) che svolgono attività di vendita on line di... [continua]

5G, TECNOLOGIA, DIRITTO E SALUTE

17 Gennaio 2020
Seminario di riflessione e dibattito a cura di Consumers’ Forum. Roma 20 gennaio 2020. Imprese, associazioni di consumatori, esperti di salute, tecnologia, privacy e accademici a confronto.Consumers’ Forum, in linea con la propria mission di dialogo permanente tra consumatori e imprese, ha organizzato un Seminario dedicato al tema del... [continua]

Gli Stati membri hanno due anni per recepire la direttiva. Rafforzare le norme dell'Ue in materia di protezione dei consumatori, in linea con gli sviluppi del digitale. È lo scopo della nuova normativa europea entrata in vigore oggi. "Le regole aumenteranno la protezione dei consumatori nel mondo digitale", ha sottolineato la vicepresidente della Commissione Ue con delega ai valori e alla trasparenza, Vera Jourova. "Ma le norme - ha avvertito - non proteggeranno i consumatori da commercianti disonesti e truffatori online se non saranno attuate in modo rigoroso". Ecco perché "incoraggio tutti gli Stati membri a garantire che siano applicate senza ritardi".

Gli Stati membri hanno infatti a disposizione due anni per recepire la direttiva Ue nelle loro legislazioni nazionali. Le nuove regole puntano a garantire una maggiore trasparenza dei mercati online, dove sarà più chiaro se i prodotti sono venduti da un commerciante o da un privato, e dove sarà proibita la pubblicazione di false recensioni. Inoltre, spiega la Commissione in una nota, i venditori non potranno pubblicizzare falsi sconti o promozioni, mentre i siti per la comparazione dei prezzi dovranno informare i consumatori sui criteri da loro utilizzati. Infine, le nuove regole dovrebbero garantire il risarcimento a chi è colpito da pratiche commerciali sleali, imponendo sanzioni in caso di situazioni che colpiscono larghe fasce di consumatori nell'Ue. 

www.ansa.it/europa 

DIALOGO APERTO
LA NEWSLETTER
Archivio