Il futuro che ci aspetta. Una DMO sostenibile di fronte alle nuove sfide.

logo federdistribuzioneRoma, 30 novembre 2017 Coffee House di Palazzo Colonna, Piazza SS. Apostoli 67 - ore 14:30 –18:30


Agenda dei lavori, relatori invitati. Tra le molte sfide, attuali e future, che la Distribuzione Moderna Organizzata (DMO) deve affrontare, una è di particolare rilievo: quella dello sviluppo sostenibile. Federdistribuzione ha avviato da anni una riflessione in questa direzione e si è dotata di uno strumento, il Bilancio di Sostenibilità di Settore, capace di dare voce alle imprese associate per “raccontare” un comparto che sta ponendo al centro delle proprie strategie il valore della sostenibilità. Molte sono le storie e le iniziative che possono descrivere questo agire consapevole e molti sono gli ambiti nei quali sviluppare questa narrazione. Per questo motivo, il dibattito che intendiamo stimolare è centrato su quattro temi di assoluta rilevanza, declinati in altrettanti Tavolidilavoro: la trasformazione digitale e l’innovazione tecnologica; l’impatto della quarta rivoluzione industriale sul mondo del lavoro; la lotta allo spreco e l’importanza delle donazioni dei prodotti invenduti ai bisognosi; l’uso efficiente delle risorse per un ambiente migliore. Il prossimo 30 novembre avremo una importante occasione per poter presentare la terza edizione del nostro Bilancio di Sostenibilità di Settore agli stakeholder.

www.federdistribuzione.it 

Seguici su: facebook twitter youtube linkedin flickr

Prossimo Evento

dalla sharing alla social alla data economy big data fake news privacy e pubblicita

 

alleanza italiana sviluppo sostenibile logo festival

 

Ultimi Eventi

Dalla sharing alla social…

 CON LA MEDAGLIA DEL PRESIDENTE D...

AGENDA ONU 2030 La Sosten…

Roma - martedì 30 maggio 2017 - h 9,30...

Authority e Consumatori. …

Roma giovedì 17 novembre 2016h 10.00...

ciriesco new

consumer right banner it-180x150

investi-responsabilmente



Questo sito web utilizza cookie. Continuando la navigazione si accettano gli stessi.