NEWS

Autorità Regolazione Trasporti: Relazione 2020.

24 Luglio 2020
Rapporto annuale 2020. Con questo documento l’Autorità presenta al Parlamento il suo settimo rapporto annuale e riferisce sui risultati delle attività svolte, illustra le prospettive della regolazione del settore e indica gli interventi necessari a rimuovere gli ostacoli che si frappongono al miglior funzionamento dei mercati e dei servizi... [continua]

Banca d'Italia in relazione all'emergenza Covid-19.

23 Luglio 2020
Questa sezione raccoglie i contributi della Banca d’Italia, le comunicazioni per il pubblico, per gli intermediari e per gli operatori, le misure e i provvedimenti adottati, gli studi e le analisi, gli interventi della BCE in relazione all’emergenza da Covid-19. [continua]

Investire sul trasporto pubblico per la ripresa economica e la vita quotidiana di milioni di persone: lo chiedono l’Associazione Trasporti ASSTRA e Consumers' Forum

26 Giugno 2020
Si è tenuto oggi un webinar organizzato dall’Associazione Trasporti ASSTRA e Consumers’ Forum sul tema “Il trasporto pubblico locale nello stato di emergenza sanitaria: questioni aperte e prospettive future. Dialogo tra imprese ed utenti” al quale sono intervenuti i rappresentanti del mondo delle imprese del trasporto pubblico locale ed i... [continua]

telemarketingDall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni arrivano nuove disposizioni per gli operatori telefonici e i contratti sottoscritti con gli utenti: ci saranno obblighi informativi per contratti a distanza e via telefono, la comunicazione delle modifiche contrattuali dovrà essere fatta in modo trasparente, la durata dei contratti non potrà superare all’inizio i 24 mesi.

È un tentativo di portare trasparenza e chiarezza nel mercato. L’Agcom ha infatti approvato il regolamento con le disposizioni a tutela dell’utenza in materia di contratti relativi alla fornitura di servizi di comunicazione elettronica: in questo modo, dice l’Autorità, si vuole rafforzare le tutele offerte agli utenti e ai consumatori. Le misure prevedono infatti una scelta consapevole da parte dell’utente, mentre gli operatori dovranno essere chiari e trasparenti nei contratti a distanza e nelle modifiche contrattuali, che dovranno essere fatte rispettando un format deciso dall’Agcom. Nel mirino dunque le attivazioni non richieste e i cambiamenti contrattuali poco chiari.

Dice l’Agcom: “L’Autorità ha stabilito misure per garantire, innanzitutto, il diritto degli utenti di scegliere liberamente e consapevolmente il proprio operatore, limitando il pericolo di attivazioni non richieste o richieste sulla base di informazioni incomplete o fuorvianti. Ha inoltre definito precisi obblighi informativi in capo agli operatori, in particolare nel caso di contratti conclusi a distanza o fuori dai locali commerciali. Il regolamento intende anche rispondere alle urgenti esigenze di maggiore chiarezza riguardo a rimodulazioni contrattuali decise unilateralmente da alcuni operatori. Da oggi in poi la comunicazione delle modifiche delle condizioni vigenti dovrà essere trasparente, efficace e realizzata secondo un format stabilito dall’Autorità. Per quanto riguarda la durata dei contratti si precisa, inoltre, che l’impegno minimo iniziale non potrà superare, per i consumatori, i 24 mesi”. Il regolamento approvato mira poi a promuovere, con la collaborazione delle associazioni dei consumatori, l’adozione di codici di condotta per garantire che i nuovi clienti siano acquisiti secondo criteri di correttezza e trasparenza.

L’Agcom ha poi approvato alcuni orientamenti per il mercato per la conclusione tramite telefono di contratti per la fornitura di servizi di comunicazione elettronica, ferma restando la competenza dell’Antitrust a vigilare sul rispetto delle disposizioni del Codice del consumo su questa materia.

DIALOGO APERTO
LA NEWSLETTER
Archivio