NEWS

“L’Oggi ed il Domani della Domanda e dell’Offerta di Mobilità”

21 Ottobre 2021
Sergio Veroli, Presidente di Consumers' Forum, intervenire alla Tavola Rotonda prevista nel Convegno di presentazione del 18° Rapporto AUDIMOB sulla Mobilità degli Italiani che si terrà presso il Parlamentino del CNEL - Villa Lubin - nella mattinata del 17 novembre. [continua]

Agevolazioni telefono e internet, Agcom amplia la platea dei destinatari

20 Ottobre 2021
L’Autorità garante delle Comunicazioni amplia sia la platea degli attuali destinatari delle agevolazioni in materia di servizi di comunicazione elettronica sia la gamma delle offerte agevolate di rete mobile. La novità è contenuta nella delibera 290/21/CONS. [continua]

Prezzi dell'energia: la Commissione presenta un pacchetto di misure in risposta alla situazione eccezionale e alle sue ripercussioni

14 Ottobre 2021
La Commissione ha adottato una comunicazione sui prezzi dell'energia per rispondere all'impennata mondiale, che secondo le previsioni si protrarrà per tutto l'inverno, e aiutare le imprese e i cittadini europei. [continua]

Goal 12: serve superare la logica del solo profitto e sensibilizzare i cittadini

12 Ottobre 2021
All’evento nazionale si è riflettuto sulla necessità di maggiore trasparenza informativa e sinergia produttori-consumatori. Gli strumenti legislativi ci sono, ma vanno rinforzati e accompagnati da scelte d’acquisto più consapevoli.   RIVEDI IL VIDEO INTEGRALE “Impatto ambientale e sociale al centro della logica della produzione vuole... [continua]

30 years defending European consumers - 1st October 2021

27 Settembre 2021
The Consumers and Environment Category of the European Economic and Social Committee (EESC) is pleased to invite you to its conference "30 years defending European consumers", which will take place on 1 October. The event is organised in the context of the Conference on the Future of Europe. [continua]

Gli investimenti finanziari green e responsabili piacciono agli italiani: quasi due su tre conoscono gli strumenti Esg (Environmental, Social, Governance) basati su criteri di investimento responsabile e il 52% sarebbe interessato a mettrci i soldi. Ma il green deve essere autentico e certificato.

E' quanto emerge dal Rapporto «Gli italiani e la finanza sostenibile, per andare oltre la pandemia», realizzato dal Censis, in collaborazione con Assogestioni, presentato oggi al Salone del Risparmio di Milano.

Anche per i consulenti finanziari gli investimenti responsabili attirano più di prima. Secondo l'82,4% la clientela è molto o abbastanza interessata ai prodotti Esg, il 76,9% nota una maggiore attenzione rispetto al periodo pre Covid-19 e il 68,3% li propone con più frequenza. Investire in modo responsabile, per la maggioranza degli italiani, significa soprattutto tutelare l'ambiente: per poco più della metà degli intervistati (il 62,9% tra i più benestanti) il criterio ambientale si conferma come il più importante, mentre solo il 26,2% indica il sociale e il 21,7% la governance.

Ancora più netta è la prospettiva dei consulenti finanziari: per il 90,7% l'ambito Esg più attrattivo per la clientela è quello ambientale. Gli italiani temono però il green washing. Per l'84,6% servono regole condivise a livello europeo e strumenti come l'adozione di marchi ‒ ad esempio un bollino ‒ con cui gli investitori possano identificare i prodotti finanziari green. Per ampliare la diffusione dei prodotti Esg tra gli investitori, l'81,2% degli italiani è favorevole all'introduzione di agevolazioni e incentiv.

www.ansa.it 

DIALOGO APERTO
LA NEWSLETTER
Archivio