NEWS

Consumers’ Forum: seminario interno di riflessione

13 Giugno 2024
Si è svolto presso la sede di Federfarma un seminario interno di riflessione su Consumers’ Forum, al quale hanno partecipato i rappresentanti delle Associazioni dei consumatori e delle imprese aderenti. Per Federfarma ha partecipato Paolo Betto, vicedirettore di Federfarma e vicepresidente di Consumers’ Forum. [continua]

Consumers' Forum alla Tavola Rotonda “Configurazioni CACER e Comunità Energetiche"

12 Giugno 2024
Sergio Veroli, Presidente di Consumers' Forum partecipa all'appuntamento organizzato dal Gruppo Universitario Sistemi Elettrici per l'Energia, il 13 giugno 2024, a Amantea, come Relatore nellaTavola Rotonda “Configurazioni CACER e Comunità Energetiche". [continua]

ARERA: mercato libero dell’energia, novità in arrivo per tutelare i consumatori

30 Maggio 2024
Nuovi obblighi in capo ai venditori per le modifiche contrattuali, limiti alle pratiche aggressive di teleselling, esteso (in alcuni casi) il diritto di ripensamento: le proposte dell'Autorità nel documento in consultazione fino al 24 giugno. [continua]

Regolamento ecodesign, arriva l’ok del Consiglio europeo a beni durevoli e riciclabili

30 Maggio 2024
Via libera definitivo al regolamento ecodesign. Il Regolamento sulla progettazione ecocompatibile, aggiorna la direttiva del 2009 ampliandone il campo di applicazione, oltre ai prodotti energetici, a tutti i tipi di beni immessi nel mercato Ue, moda e tessile compreso. Tra le regole contemplate dal pacchetto, il passaporto digitale e il divieto... [continua]

“Consumers' Forum: 25 anni di confronto e dialogo tra associazioni dei consumatori e imprese”

14 Maggio 2024
Nata nel 1999, Consumers’ Forum è un’esperienza unica di dialogo permanente tra imprese e consumatori, nel segno del consumerismo e della sostenibilità. [continua]

Secondo l’Autorità mancano adeguati sistemi per vigilare sui contenuti pubblicati da terzi e non vengono applicate le Linee Guida delle società proprietarie della piattaforma, che contemplano la rimozione di contenuti pericolosi che istigano a suicidio, autolesionismo e alimentazione scorretta.

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha avviato un’istruttoria nei confronti della società irlandese TikTok Technology Limited, attiva nel settore dei social media attraverso la piattaforma TikTok, e responsabile per i rapporti con i consumatori europei. Il procedimento coinvolge anche la società inglese e quella italiana.

L’Autorità ha deciso di avviare l’istruttoria a seguito della presenza sulla piattaforma di numerosi video di ragazzi che adottano comportamenti autolesionistici; da ultimo, è diventata virale la sfida “cicatrice francese”. La piattaforma TikTok gode di ampia popolarità, in costante crescita, soprattutto presso i minori. La sua fruizione è semplice e immediata, sia per caricare e pubblicare video sia per visionarne i contenuti, che sono proposti tramite una profilazione delle abitudini di navigazione degli utenti, dei like, delle pagine seguite, sulla base di un processo di elaborazione algoritmica.

L’Antitrust ha contestato a TikTok la mancata predisposizione di adeguati sistemi di monitoraggio per vigilare sui contenuti pubblicati dai terzi, secondo i parametri di diligenza richiesti, e soprattutto in presenza di fruitori del servizio particolarmente vulnerabili quali i minori.

Secondo l’Autorità, inoltre, le società non avrebbero applicato le proprie Linee Guida, che contemplano la rimozione di contenuti pericolosi relativi a sfide, suicidio, autolesionismo e alimentazione scorretta. Infine, si è contestato lo sfruttamento di tecniche di intelligenza artificiale suscettibili di provocare un indebito condizionamento dell’utenza. Il riferimento è, in particolare, all’algoritmo sotteso al funzionamento della piattaforma che, adoperando i dati degli utenti, personalizza la visualizzazione della pubblicità e ripropone contenuti simili a quelli già visualizzati e con cui si è interagito attraverso la funzione like.

Oggi l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, con l’ausilio del Nucleo Speciale Antitrust della Guardia di Finanza, ha svolto un’ispezione nella sede italiana di TikTok.

www.agcm.it 

DIALOGO APERTO
LA NEWSLETTER
Archivio