Caratterizzeranno le politiche dell'Unione in materia di biodiversità e di alimentazione fino al 2030. La Commissione europea approva le Strategie per la biodiversità e “Farm to fork” che caratterizzeranno le politiche dell'Unione in materia di biodiversità e di alimentazione fino al 2030 e che costituiscono elementi chiave del Green Deal europeo.

Vengono introdotte alcune novità per aumentare la capienza dei mezzi pubblici in condizioni di sicurezza. Aggiornate dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti le “Linee guida” del trasporto pubblico per le modalità di informazione agli utenti e le misure organizzative per il contenimento della diffusione del Covid-19 che sono in vigore a partire da lunedì 18 maggio.
 

Il 21 maggio alle ore 15:30 si terrà il primo evento in diretta streaming “Orientare le scelte, disegnare il futuro” sull’importanza di pensare e progettare ora un futuro sostenibile. Verrà presentato il nuovo sito “FUTURA network”, piattaforma creata dall’ASviS per stimolare la riflessione sui futuri possibili a partire dai temi proposti dall’attualità. Il programma dell’evento inaugurale prevede gli interventi, tra gli altri, del Vice-Presidente Esecutivo della Commissione europea Franz Timmermans, la Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti, il Sindaco di Milano Giuseppe Sala, l’autore e divulgatore scientifico Piero Angela.

13 Maggio 2020 Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha tenuto una conferenza stampa a Palazzo Chigi con i Ministri Roberto Gualtieri (Economia e Finanze), Roberto Speranza (Salute), Stefano Patuanelli (Sviluppo Economico), Teresa Bellanova (Politiche Agricole Alimentari e Forestali) per presentare il Decreto Rilancio. 

“Abbiamo lavorato a questo decreto nella consapevolezza che c'è un Paese in grande difficoltà, c'è una comunità di donne, di persone, in grande sofferenza e la manovra per fronteggiare questa fase di emergenza è una manovra che contiene però anche delle premesse perché questa fase di ripartenza possa già concretizzare una prospettiva di ripresa economica e sociale” ha detto il Presidente Conte presentando il decreto che dovrà dare sostegno alle imprese, alle famiglie, alla scuola, all’università, alla ricerca, al mondo della disabilità, al sistema sanitario, alle forze dell'ordine, al mondo dello sport, al turismo, al settore edilizio.

Da lunedì 27 aprile attivo un nuovo canale dedicato al pubblico per fornire informazioni sulle misure governative sull'emergenza Covid-19 a sostegno di famiglie e imprese attinenti alle relazioni tra banche e clienti. I cittadini possono raggiungere questo servizio tramite il numero verde della Banca d'Italia 800 196 969. Il servizio è attivo tutti i giorni, 24 ore su 24. Rispondiamo alle richieste per telefono o via email dal lunedì al venerdì nella fascia oraria 8,30 - 13,30/14,30 - 17,30 (entro indicativamente il giorno lavorativo successivo alla richiesta). Questo nuovo canale integra quelli già disponibili per la presentazione di ricorsi all'ABF e di esposti e richieste di informazioni anche tramite la piattaforma "Servizi online" della Banca d'Italia.

Segnalazioni ricevute dalle AA.CC. del CNCU per le difficoltà riscontrate dai cittadini, professionisti ed imprese in merito all'accesso al credito nel periodo emergenziale Covid19 (Decreto Legge 17 Marzo 2020, n. 18 c.d. “Cura Italia” ed alla moratoria sui prestiti (Decreto Legge 8 Aprile 2020, n.23 c.d. “Decreto Liquidità”) e attività intraprese dalle stesse associazioni in detto periodo.

L’emergenza sanitaria da Covid-19, che all’inizio del 2020 ha colpito anche il nostro Paese, ha inciso e continua ad incidere profondamente nella vita dei cittadini, sia sul piano della salute, sia sul piano economico. Il periodo di forte crisi che si è aperto, precisamente dal 21 febbraio in poi, verrà certamente scritto nelle pagine di storia, per la gravità delle conseguenze che ha determinato. Infatti, la crisi sanitaria che ha investito l’intero Globo, ha avuto un effetto devastante con drammatiche ripercussioni sui cittadini, sia dal punto di vista degli innumerevoli decessi registrati ogni giorno, sia per la carenza di strutture e strumenti sanitari idonei a garantire gli interventi di urgenza, considerato l’elevato numero giornaliero di contagi.

Le indicazioni per le pubbliche amministrazioni e le imprese private pubblicate sul sito dell'Autorità che tutela i dati personali dei cittadini. E interessano anche il lavoratore. Sono indicazioni destinate alle pubbliche amministrazioni e alle imprese private. Ma interessano anche i lavoratori, naturalmente. E allora: il datore di lavoro può rilevare la temperatura corporea di dipendenti, fornitori, clienti all'ingresso della propria sede? E può rendere nota l'identità di un lavoratore contagiato ai colleghi? La scuola può comunicare alle famiglie degli alunni l'identità dei parenti di studenti risultati positivi al Covid-19? Sono queste alcune delle domande cui rispondono le Faq messe a punto dal Garante per la protezione dei dati personali sulle problematiche connesse all'emergenza coronavirus in vari ambiti: sanità, lavoro, scuola, ricerca, enti locali, disponibili da oggi sul sito dell'Autorità.

L’emergenza sanitaria causata dal diffondersi del Coronavirus e la scarsa disponibilità di offerta al pubblico di dispositivi di protezione individuali negli esercizi commerciali sta generando forti speculazioni soprattutto sui prezzi di prodotti, quali “disinfettanti igienizzanti”, “mascherine di protezione” e altri articoli che coadiuvano il contenimento dei rischi di contagio. Tutto questo aumenta il rischio di incorrere nell’acquisto di prodotti contraffatti e/o non conformi alla marcatura CE o non a norma.

Il Coronavirus sta colpendo duramente le famiglie italiane: Assofin e le sue associate sono attente e sensibili alle difficoltà a cui i consumatori devono far fronte quotidianamente anche a seguito della perdita o della sospensione del lavoro, a riduzione dello stipendio o dei redditi.

Reynders scrive a Google, Facebook, Amazon, Alibaba. La Commissione Ue chiede alle piattaforme online aggiornamenti regolari sulle misure intraprese per la rimozione di pubblicità di prodotti falsi e maggiore cooperazione contro la diffusione di comunicazioni ingannevoli su prodotti alimentari per la cura o prevenzione del coronavirus. Lo scrive il commissario Ue per la giustizia Didier Reynders in una lettera indirizzata a Google, Facebook, Amazon, Bing, Ebay, Yahoo, CDiscount, Alibaba, Wish, Allegro. Nella nota, Reynders ha espresso apprezzamento per le azioni intraprese per identificare e eliminare pubblicità di prodotti falsi collegati al coronavirus ma avverte: "Mi arrivano avvisi quotidiani sul fatto che prodotti ambigui e pubblicità ingannevoli continuano a popolare il nostro spazio comune digitale".

"Grazie ai sacrifici fin qui fatti stiamo riuscendo a contenere la diffusione della pandemia e questo è un grande risultato se consideriamo che nella fase più acuta addirittura ci sono stati dei momenti in cui l'epidemia sembrava sfuggire a ogni controllo. Avete manifestato tutti forza, coraggio, senso di responsabilità, di comunità. Adesso inizia per tutti la fase di convivenza con il virus e dobbiamo essere consapevoli che in questa nuova fase, la fase due, la curva del contagio potrà risalire in alcune aree del Paese. Dobbiamo dircelo chiaramente, questo rischio c'è. Nella fase due quindi sarà ancora più importante mantenere le distanze di sicurezza.” ha dichiarato il Presidente Conte, sottolineando come sia importante che la distanza sociale sia mantenuta anche in ambito familiare.

Con una segnalazione a Governo e Parlamento l'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente suggerisce alcuni interventi normativi tesi a mitigare, per quanto possibile, la situazione di disagio e le eventuali criticità legate all'emergenza Covid-19 per i clienti finali di energia elettrica e gas naturale e per gli utenti del servizio idrico integrato e del servizio di gestione dei rifiuti (urbani e assimilati). Dopo essere intervenuta, fin dalle prime fasi, con misure urgenti di attenuazione delle criticità, sui termini di incasso e di pagamento e sulle scadenze relative agli adempimenti obbligatori, ARERA invita oggi a definire nuovi strumenti più strutturali e basati sulle prime informazioni che emergono dal monitoraggio dell'emergenza. Strumenti che potrebbero dispiegare i propri effetti già dalle prossime settimane.

Possibilità di sospendere fino a 12 mesi la quota capitale delle rate dei mutui garantiti da immobili e degli altri finanziamenti a rimborso rateale. L’ABI e le Associazioni dei consumatori (Acu, Adiconsum, Adoc, Altroconsumo, Asso-Consum, Assoutenti, Cittadinanzattiva, Codacons, Confconsumatori, Centro Tutela Consumatori e Utenti, Federconsumatori, La Casa del consumatore, Lega consumatori, Movimento consumatori, Movimento difesa del cittadino, Udicon, Unione nazionale dei consumatori) hanno raggiunto un accordo che amplia le misure di sostegno alle famiglie e ai lavoratori autonomi e liberi professionisti colpite dall'evento epidemiologico da Covid 19. ​È una ulteriore iniziativa per supportare la sostenibilità finanziaria delle famiglie. ​

L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha deliberato di coinvolgere nuovamente i gestori dei principali motori di ricerca e browser (Google, Apple, Italiaonline, Microsoft , Verizon (Yahoo), Mozilla, DuckDuckGo) nel contrasto delle pratiche commerciali scorrette che fanno leva sull’emergenza sanitaria in atto.

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato è intervenuta nuovamente nei confronti della società Sixthcontinent Europe S.r.l. - attiva nella vendita di carte (Shopping Card) che consentono ai consumatori di acquistare a prezzi scontati prodotti e servizi offerti e che danno diritto ad usufruire di una serie di vantaggi in termini di sconti, punti ed altre utilità – avviando il 1° aprile 2020 un procedimento volto a contestare la mancata osservanza della delibera di sospensione provvisoria, assunta nel procedimento (PS11332) avviato in data 3 dicembre 2019.

DIALOGO APERTO
LA NEWSLETTER
Archivio