NEWS

Accordo storico per promuovere e valorizzare la conciliazione paritetica

11 Giugno 2021
Per la prima volta in Italia è stato sottoscritto un protocollo unitario tra sette grandi aziende dei settori energetico, idrico e del teleriscaldamento 8A2A, Acea, Edison, Enel, Eni gas e luce, E.On, Iren) e 20 associazioni nazionali dei consumatori del Cncu. Obiettivo: rilanciare la negoziazione paritetica, rafforzare lo strumento di... [continua]

Il Senato approva il ddl sulla tutela dell'Ambiente nella Costituzione con 224 sì

9 Giugno 2021
Il provvedimento passa all'esame della Camera, poiché si tratta di ddl costituzionale avrà bisogno di quattro letture Tweet 09 giugno 2021 Con 224 sì l'Aula del Senato dà il via libera al ddl per l'inserimento della tutela dell'ambiente,la biodiversità e gli ecosistemi in Costituzione. [continua]

Vestager: “Batterò le big tech. In arrivo nuove regole”

7 Giugno 2021
Vestager: “Batterò le big tech. In arrivo nuove regole” . Il Commissario alla Concorrenza Vestager a MF-Milano Finanza: così batterò i monopoli. In arrivo nuove regole per Amazon, Apple, Facebook, Google e Microsoft. Con i prossimi regolamenti europei, annuncia la vicepresidente della Commissione Ue, più scelta per i consumatori, a... [continua]

5G: innovazione, opportunità e regole

3 Giugno 2021
Serve un patto sociale e una cultura condivisa che leghi questa radicale trasformazione a obiettivi di sostenibilità e di equità sociale. [continua]

Il sistema 5G: opportunità e criticità.

1 Giugno 2021
Uno degli aspetti più importanti emersi nel corso della pandemia di Covid-19 riguarda le reti di telecomunicazioni. Durante il lockdown, grazie alle reti, miliardi di persone in tutto il mondo sono riuscite a lavorare, studiare, fare acquisti e vedere i propri parenti all’interno delle loro case in piena sicurezza. Internet è ormai diventato il... [continua]

Per raggiungere il traguardo di una organizzazione ottimale dei trasporti e della mobilità serve una collaborazione forte e duratura tra tutte le parti sociali e una condivisione di obiettivi e strategie. Se ne è discusso oggi nel corso del web event dal titolo “Cittadini, Istituzioni e Aziende insieme per una nuova mobilità” organizzato da Consumers’ Forum, associazione indipendente composta dalle più importanti Associazioni di Consumatori, Istituzioni, numerose Imprese Industriali e di servizi e loro Associazioni di categoria. Aperto dal Presidente di Consumers’ Forum Sergio Veroli, con il Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili Enrico Giovannini, il Presidente dell’Autorità di regolazione dei trasporti Nicola Zaccheo, il Vice Presidente Regione Campania e Coordinatore Commissione Infrastrutture, Mobilità e Governo del Territorio Conferenza delle Regioni e delle Province autonome Fulvio Bonavitacola, l’Assessore alla Mobilità e dei Lavori Pubblici del Comune di Milano Marco Granelli per ANCI, il Presidente ASSTRA Andrea Gibelli, la Direttrice Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia Sabrina De Filippis, il Professore Ordinario di Diritto dell’Unione Europea Università Roma Tre Fabio Bassan e l’Avvocato Membro dell’Organo paritetico di garanzia di Trenitalia in rappresentanza delle Associazioni dei consumatori Felice Petillo.

Così il Presidente di Consumers’ Forum Sergio Veroli: “Oggi Governo, Istituzioni nazionali e locali, Authority, imprese, accademici e associazioni dei consumatori si sono confrontati sul futuro del settore trasporti e mobilità negli anni più difficili e più importanti che ci aspettano. Quelli che ci porteranno, nell’era Covid-19, a gestire i fondi del recovery fund al meglio per il raggiungimento dell’Agenda 2030, attraverso la transizione verde e digitale. Oggi è emerso con forza che, per raggiungere il traguardo di una organizzazione ottimale dei trasporti e della mobilità serve una collaborazione forte e duratura tra tutte le parti sociali. Una condivisione di obiettivi e strategie riguardanti smart working, flessibilità degli orari e un programma di investimenti nelle infrastrutture e nei mezzi di trasporto.” E infine Veroli: “Come dicono gli economisti “le crisi possono diventare un’opportunità” e la nostra responsabilità verso le generazioni future non ci consente di perdere questa occasione.

Così il Presidente ASSTRA Andrea Gibelli: "La drammatica crisi pandemica che stiamo vivendo costringe a rivedere il rapporto tra i diritti e i doveri che ogni cittadino ha rispetto alla propria comunità e a rifondare il patto tra cittadini e le Città, gettando le basi per un nuovo modello di sviluppo dove il tempo e i luoghi del lavoro e dello studio vengono ripensati.  In questo contesto, il TPL assume centralità nel processo di ripartenza del Paese, pronto a rinnovare l’impegno profuso nel primo anno di pandemia. Basti pensare al livello di servizio offerto anche nei momenti più crudi della pandemia e la continua evoluzione delle tecniche di sanificazione.” E ancora Gibelli: “Le tecnologie digitali e le fonti di energia alternative ai combustibili fossili contribuiranno a riprogettare il servizio secondo i bisogni della nuova società che si sta ricomponendo in questo periodo di passaggio. Le aziende saranno chiamate a svolgere un ruolo attivo in questo processo offrendo servizi di trasporto digitali (es. biglietto dematerializzato con pagamento contactless e servizi di infomobilità), sicuri e sostenibili, ma anche i cittadini saranno chiamati a comportamenti virtuosi (basti pensare al silenzio a bordo richiesto da alcuni Paesi europei ed extra europei).  Il trasporto pubblico potrà quindi recuperare il gap infrastrutturale con gli altri paesi e proiettarsi in avanti come co-protagonista della transizione ecologica e digitale del paese, ma solo con un quadro regolatorio ed economico certo, capace di dare alle aziende un orizzonte definito in cui articolare i propri investimenti."

La pandemia mondiale – ha sottolineato infine Sabrina De Filippis, Direttrice Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia (Gruppo FS Italiane) – ha imposto una profonda riflessione strategica sulla mobilità dei prossimi anni. Il rinnovo della flotta regionale, già avviato prima dell’emergenza sanitaria con oltre 600 nuovi treni, è al centro della "nuova normalità" insieme alla flessibilità dell'offerta che non può prescindere da una revisione complessiva degli orari di lavoro e di studio delle città. Insieme alle Regioni, nostri Committenti, riusciremo a soddisfare le nuove esigenze di mobilità delle persone confermando l’impegno del Gruppo FS Italiane per una maggiore sostenibilità ambientale e sociale, cardine di tutte le nostre attività.

Vai alla pagina del web event

DIALOGO APERTO
LA NEWSLETTER
Archivio