Nata nel 1999, Consumers’ Forum è un’esperienza unica di dialogo permanente tra imprese e consumatori, nel segno del consumerismo e della sostenibilità.

Forti sinergie su temi consumeristi come l’educazione finanziaria e assicurativa.  L’Assemblea dei Soci di Consumers’ Forum ha accolto con soddisfazione l’ingresso di un nuovo socio: Alleanza Assicurazioni, una delle storiche compagnie assicurative italiane. Consumers’ Forum, associazione indipendente e unica in tutta Europa, dal 1999 riunisce importanti associazioni di consumatori, istituzioni, numerose imprese industriali e di servizi e loro rappresentanze, che insieme approfondiscono le tematiche del consumerismo e della sostenibilità.

Il Festival torna, dal 7 al 23 maggio, con un programma in sei tappe principali a Ivrea, Torino, Bologna, Milano, Palermo e Roma e oltre mille eventi promossi dalla società civile in Italia e nel mondo.

Consumers' Forum partecipa con l'evento "CONSUMERS' FORUM: 25 ANNI DI ANALISI, RICERCHE E FORMAZIONE PER UN CONSUMO RESPONSABILE E SOSTENIBILE" in programma per mercoledì 15 maggio presso la Sala delle Bandiere della Rappresentanza in Italia del Parlamento Europeo a Roma in Via IV Novembre 149, dalle h 14,30 alle h 18,30, in cui parteciperà anche il Direttore Scientifico dell'ASviS Enrico Giovannini. Info programma e accrediti qui.

Consumers' Forum contribuisce inoltre alla riflessione con la partecipazione all'appuntamento "Si fa presto a dire sostenibilità. Chi influenza gli influencer?" , che si terrà a Torino venerdì 10 maggio 2024, dalle h 13,45 alle h 16,30, presso il Salone Internazionale del Libro, Caffé letterario, Padiglione Oval. Info, programma e accrediti qui.

 

Le nuove norme introducono un nuovo diritto alla riparazione e mirano a ridurre i rifiuti e potenziare il settore rendendo la riparazione dei prodotti più facile ed economica.

- Obbligo per il fabbricante di riparare il prodotto a un prezzo conveniente ed entro un termine ragionevole oltre il periodo della garanzia legale
- Accesso dei consumatori a pezzi di ricambio, strumenti e informazioni sulla riparazione
- Incentivi a optare per la riparazione, come buoni acquisto e fondi

Mercoledì 17 aprile, alle ore 11.00, presso la Sala della Regina di Palazzo Montecitorio, il Presidente dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato Roberto Rustichelli ha illustrato la Relazione Annuale sull’attività svolta nel 2023. Nel periodo gennaio 2023-marzo 2024, l'Antitrust ha esaminato 34.595 segnalazioni, ha concluso 102 procedimenti, di cui 40 con accertamento dell'infrazione e 48 con accoglimento degli impegni.

Il decreto del Mase, entrato in vigore lo scorso 24 gennaio, prevede una doppia modalità di sostegno: la tariffa incentivante rivolta a tutto il territorio nazionale e un contributo in conto capitale fino al 40% delle spese sostenute nei comuni sotto i 5mila abitanti. Sono ammissibili al contributo le spese sostenute per gli impianti a fonti rinnovabili, inclusi i potenziamenti, e gli impianti devono entrare in esercizio entro 18 mesi dalla data di ammissione al contributo e comunque non oltre il 30 giugno 2026.

Entra in vigore la nuova normativa dell'UE sulla responsabilizzazione dei consumatori per la transizione verde. Ciò significa che prima di acquistare un prodotto i consumatori otterranno informazioni migliori e più armonizzate sulla sua durabilità e riparabilità. I consumatori saranno inoltre meglio informati sui loro diritti di garanzia legale. Inoltre, sarà vietato formulare asserzioni ambientali vaghe, il che significa che le imprese non potranno più dichiarare di essere "verdi" o "rispettose dell'ambiente" se non sono in grado di dimostrare di esserlo realmente. Inoltre non sarà più ammesso esporre loghi volontari inattendibili relativi alla sostenibilità. Saranno inoltre vietate le pratiche commerciali sleali legate all'obsolescenza precoce, come le false dichiarazioni sulla durabilità di un bene.

Nei film e nelle serie tv italiane, in 7 casi su 10 sono le donne a occuparsi della casa e della famiglia. Per il 37% del campione intervistato da Consumers’ Forum e Ipsos, il linguaggio mediatico è spesso sessista e discriminatorio.

La nuova direttiva, pubblicata il 6 marzo scorso, integra le discipline in materia di pratiche commerciali scorrette e diritti dei consumatori nei contratti. Il 6 marzo scorso è stata pubblicata sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea la direttiva (UE) n. 2024/825 sulla “responsabilizzazione dei consumatori per la transizione verde” (“Direttiva”).

 

- Garanzie per i sistemi di intelligenza artificiale usati per finalità generali
- Limiti all'uso dei sistemi di identificazione biometrica da parte delle forze dell'ordine
- No a sistemi di credito sociale, o per manipolare e sfruttare le vulnerabilità degli utenti
- I consumatori avranno diritto a presentare reclami e ricevere spiegazioni rilevanti
- Personal identification technologies in street surveillance cameras
- Vietata l'estrapolazione indiscriminata di immagini facciali da internet per banche dati di riconoscimento facciale

 

DIALOGO APERTO
LA NEWSLETTER
Archivio